Moto, Confindustria Ancma: +18,73 per cento vendite “due ruote” a novembre

crescita vendite moto novembre

Il mercato gennaio-novembre in calo del 6% sul 2019.

‘Dopo il rallentamento dello scorso ottobre, il mercato torna a crescere ritrovando quel trend positivo che ha caratterizzato la domanda di due ruote post lockdown e lungo tutto il periodo estivo’. Ha dichiarato il presidente di Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori) Paolo Magri. Ha commentato i dati di vendita di novembre, che fanno segnare un +18,7% sullo stesso mese del 2019. Magri ha sottolineato che ‘il rinnovato protagonismo del nostro settore nella mobilita’ individuale in questo periodo difficile, come anche le sorprendenti conferme che provengono dalla domanda degli appassionati, offrono alla nostra associazione nuove sfide e l’occasione di rilanciare il dialogo con le istituzioni, sia del punto di vista degli utenti della strada che a tutela di un sistema produttivo trainante e innovativo’.

L’ottimo risultato del mese di novembre consente al mercato di erodere ulteriormente il ritardo accumulato rispetto allo scorso anno: i mezzi targati raggiungono 210.981 unita’, portando la flessione, rispetto allo stesso periodo del 2019, a -6,58%. Del tutto analogo l’andamento di scooter e moto, con i primi che immatricolano 120.911 veicoli, corrispondenti a una contrazione annua del 6,76%. E le seconde con 90.070 mezzi pari a un calo del 6,33%. Stabili rispetto allo scorso anno i ciclomotori, che fanno segnare una crescita dello 0,83% corrispondente a 18.236 veicoli. Nel complesso il totale mercato, con 229.217 veicoli venduti, registra una flessione del 6,03% rispetto allo stesso periodo del 2019. Prosegue lo stato di salute del mercato elettrico. Nel mese di novembre sono stati venduti 1.334 veicoli a emissioni zero, corrispondenti a una crescita del 95% sullo stesso mese dell’anno precedente.

Il dato cumulato sfiora la soglia dei diecimila pezzi: sono infatti 9.977 i mezzi venduti dall’inizio dell’anno, con un incremento del 122%. A fare la parte del leone gli scooter, che assorbono il 58% del mercato, con 5.778 veicoli targati, pari a una crescita del 282%.