Per le Bici bonus in stand by, ma l’auto parte a razzo

Il superbonus per le ristrutturazioni green, che aspetta l’ultima circolare per essere pienamente operativo. Ma anche il tanto discusso bonus per bici e monopattini, che non sara’ sbloccato a fine mese, e una serie di altri bonus piu’ o meno conosciuti che sono ancora in attesa di essere applicati. Parte a razzo, registrando subito 3.000 richieste in poche ore, l’incentivo alla rottamazione auto fino a 10mila euro (per ibride ed elettriche) ma resta lunga la lista degli aiuti una tantum e delle misure pensate per stimolare i consumi approvati in piena emergenza e che ancora devono essere completati: dal bonus per i corsi di musica interrotti fino alla possibilita’ per gli studenti di viaggiare ed entrare gratis nei musei per un mese intero. Il lavoro e’ affidato ai singoli ministeri e, in alcuni casi, anche all’Agenzia delle Entrate che ha cambiato ‘ruolo’ diventando in alcuni casi parte attiva nel distribuire benefici, ad esempio per il contributo a fondo perduto che le aziende medio-piccole potranno continuare a chiedere fino al 13 agosto (24 agosto per gli eredi). Alle Entrate spetteranno gli ultimi passaggi sulla detrazione al 110% per i lavori di efficienza energetica e tenuta antisismica di condomini e seconde case, dopo il ‘timbro’ dei decreti attuativi del Mise. Il superbonus vale comunque per le spese sostenute dal primo luglio 2020 a fine 2021, con rimborso in cinque anni a meno che non si scelga di cedere il credito al fornitore, ottenendo equivalente sconto in fattura, o alle banche. Chi ha comprato una bici elettrica o un monopattino dovra’ invece aspettare ancora fino a fine mese per poter registrare il proprio acquisto sull’apposito portale e vedersi riconoscere un bonus del 60% della spesa per massimo 500 euro. La piattaforma e’ pronta, ha assicurato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, e il 6 agosto ci sara’ il passaggio in conferenza Stato-Regioni. Dopo Ferragosto, insomma, si dovrebbe partire: si potranno caricare gli scontrini parlanti per gli acquisti gia’ fatti dal 4 maggio in poi o ottenere un voucher da spendere da qui a fine anno. Il bonus vacanze, tra i primi a partire, e’ stato richiesto da 900mila famiglie ma utilizzato solo da 100mila. Si puo’ spendere, pero’, fino alla fine dell’anno. Accanto al tax credit per la villeggiatura in Italia, per sostenere turismo e cultura, il Parlamento ha aggiunto un contributo per gli studenti universitari: un mese di treni e musei gratis da scegliere a piacere, ma sara’ un decreto di Mit e Mef da emanare entro meta’ settembre a stabilire le modalita’ per l’accesso al beneficio. Dovrebbero invece essere trasferite entro lunedi’ ai Comuni le risorse – 5 milioni – per un bonus viaggio da massimo 20 euro (e fino alla meta’ della spesa) per taxi o ncc per i disabili con difficolta’ di mobilita’, evitando i mezzi pubblici. Saranno poi i sindaci, pero’, a dover individuare i beneficiari, privilegiando quelli in difficolta’ e senza altri sostegni pubblici. Per le famiglie entro i 30mila euro di Isee arrivera’ poi un rimborso sotto forma di contributo una tantum di 200 euro se i figli hanno dovuto interrompere lezioni di musica (gia’ pagate) causa Covid. Diversi anche gli aiuti per singoli settori che ancora devono essere concretizzati, dal bonus edicole da 500 euro (7 milioni da distribuire con dpcm) a specifici contributi a fondo perduto per l’industria dell’intrattenimento e il settore ricreativo (5 milioni, decreto attuativo atteso entro il 17 agosto) o per il settore della ceramica artistica (2 milioni) o del tessile, della moda e degli accessori (sempre 5 milioni, decreto atteso entro il 16 settembre), che potranno accedere anche a un apposito credito d’imposta sulle rimanenze di magazzino.