Carfagna: «Scelte storiche del Governo per il Sud»

Lo stanziamento per il Sud previsto nel Pnrr tocca il 40%, ovvero 80 miliardi di euro, ma un altro importante obiettivo raggiunto dal governo riguarda i bandi: «Il 40% delle risorse che andranno a bando è stato espressamente previsto in una norma da me presentata e inserita nel Dl semplificazioni: non potevamo inserirla nel Pnrr perché il Pnrr non è una legge». Mara Carfagna s’è poi soffermata sui livelli essenziali delle prestazioni: la titolare del Sud sta lavorando perché nella legge di Bilancio ci sia la definizione dei primi due Lep, sugli asili nido e sull’assistenza sociale. Il governo vuole voltare pagina dopo venti anni: «L’assenza dei Lep ha generato criticità enormi come la vicenda degli assistenti sociali che il suo giornale ha messo in evidenza anche in questi giorni». Tornando sul sistema produttivo, Mara Carfagna ha rimarcato che il Sud ha bisogno di una forte ripresa dell’attività produttiva e di una adeguata capacità di attrarre investimenti per tornare ad essere attrattivo: «Turismo e agroalimentare restano punte di eccellenze del sistema produttivo meridionale ma il Sud non potrà mai prescindere da politiche industriali ed energetiche che lo riportino al centro dei processi globali di sviluppo».

Scopri le ultime notizie in tempo reale. News e aggiornamenti su politica, cronaca, lavoro, economia, attualità e molto altro su www.supersud.it