Inapp: la ristorazione come prima scelta di Formazione professionale

E’ la ristorazione il campo di Formazione professionale dopo la scuola media scelto dalla percentuale maggiore degli studenti. Lo fa sapere l’Inapp spiegando che l’ha scelta, prima della pandemia, più di un allievo su quattro (il 28,4%) . Nell periodo 2019-2020 si è avuto per la Formazione professionale un calo di iscrizioni, con 250.194 allievi. Le figure professionali preferite per il raggiungimento della qualifica professionale, sono l’operatore della ristorazione (cuoco, cameriere), scelto da 76.544 allievi (28,4% sul totale degli iscritti) e l’operatore del benessere (parrucchiere, estetista) con 42.883 allievi (il 15,9% del totale).

Più distanziati l’operatore meccanico (20.328, pari al 7,5%), l’operatore elettrico (19.218, pari al 7,1%) e gli operatori alla riparazione dei veicoli a motore (17.351, pari al 6,4%). A frequentare i corsi IeFP sono per la maggior parte maschi (61,2%); il 38,8% ragazze; mentre gli stranieri sono il 13,9% del totale. Particolare interesse – spiega l’Inapp “riveste la partecipazione ai percorsi realizzati in modalità duale, che prevedono un minimo di 400 ore annue svolte in azienda, con dati in costante crescita.

Permane una significativa differenza tra aree geografiche del Paese, con una presenza decisamente più marcata nelle regioni del Centro e del Nord e assai limitata nel Mezzogiorno. Nel periodo 2019-2020 il numero è risultato pari a 37.866 con un incremento di 6.407 unità.”

Scopri le ultime notizie in tempo reale. News e aggiornamenti su politica, cronaca, lavoro, economia, attualità e molto altro su www.supersud.it