Lavoro, Cgil: «Subito misure in manovra per fronteggiare la crisi ocupazione»

Cgil crisi occupazione

Occorre fare in fretta e fare in modo che già la prossima legge di Bilancio produca norme tutelanti. Devono essere incentivati i Contratti di Solidarietà difensivi, meno onerosi rispetto all’integrazione salariale della Naspi e maggiormente utili per contenere i costi sociali che derivano dall’aumento della disoccupazione e dal disagio sociale che ne consegue. Così, in una nota, la segretaria confederale della Cgil, Tania Scacchetti, commentando i dati Istat sull’occupazione. “Per evitare che il già debole dato occupazionale subisca ulteriori peggioramenti servono subito interventi, così da fronteggiare anche la scadenza del blocco dei licenziamenti. Inoltre – conclude Scacchetti – è necessario che il Governo dia priorità ad investimenti che possano generare effetti immediati sulloccupazione, oltre a prevedere piani straordinari nei settori pubblici a partire da sanità e istruzione.