I furbetti della Cassa integrazione costano 2,7 miliardi, Morra: «Purtroppo si parla solo del Reddito di cittadinanza»

“Abbiamo appreso pochi giorni fa che la Cassa Integrazione erogata impropriamente per il Covid ammonta a 2,7 miliardi, mentre le vergognose, esecrabili, miserrime ‘truffe’ da indebita corresponsione del Reddito di cittadinanza sono costate 4,5 milioni. A giugno il Presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, aveva fatto rilevare, a proposito di Cassa Integrazione, che ‘stiamo sovvenzionando anche aziende che potrebbero ripartire, magari al 50%, e grazie agli aiuti di Stato preferiscono non farlo’. Fu massacrato, Tridico, sul piano mediatico, con Confindustria che intonava il coro ‘sacrosanto’ dell’indignazione: ‘Parole inaccettabili’, ‘sconcertanti’, ‘ingenerose’, ‘offensive’, ecco i soliti ‘pregiudizi anti impresa’. Perche’, evidentemente, la nostra Costituzione non assegna un ruolo decisivo al lavoro, ma all’impresa!”. Cosi Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia, su Facebook. “Fillea-Cgil gia’ il 30 marzo faceva notare che ‘l’informativa ai sindacati come atto interno senza obbligo di comunicazione all’Istituto potrebbe rappresentare l’inizio di una pratica furbesca che vedra’ centinaia di aziende di fatto scavalcare gli obblighi di legge'”, aggiunge Morra.