In Puglia ripartono asili nido e centri ludici

Da lunedi’ prossimo, 22 giugno, come da ordinanza del presidente della Regione Puglia, possono riprendere le attivita’ e i servizi dedicati alla prima infanzia (3-36 mesi). La Giunta regionale ha approvato il protocollo regionale per le riaperture, dopo una fase di concertazione con la associazioni, ed e’ stato approvato il protocollo con le misure di sicurezza anti Covid. Potranno svolgere le attivita’ solo le strutture deputate ad accogliere i piccolissimi: asili nido, micro-nido, sezioni primavera, centri ludici e piccoli gruppi educativi autorizzati al funzionamento. Ci sara’ una prima fase di graduale riavvio, organizzata per piccolissimi gruppi di massimo 5 bambini e si andra’ a regime, a decorrere dal mese di luglio. I centri dovranno presentare ai Comuni e alle Asl una domanda di avvio dell’attivita’. Ripartono anche i “buoni servizio” per consentire alle famiglie di accedere alla misura di abbattimento della retta per la frequenza delle attivita’ estive fino al 31/07/2020. Per sostenere le famiglie pugliesi, in questo particolare momento, e’ prevista la possibilita’, per la mensilita’ di giugno 2020, della sospensione della quota di compartecipazione a carico del nucleo familiare. “Un passo ulteriore importante dall’amministrazione regionale – dichiarano il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore al Welfare Salvatore Ruggeri – per tutelare i diritti dei piu’ piccoli al gioco e alla socialita’, sostenendo le loro famiglie, con un’attenzione particolare rivolta a tutti i soggetti del privato sociale che, con competenza e abnegazione, garantiscono sul territorio regionale un’offerta di servizi per l’infanzia seria e qualificata. A loro va un particolare ringraziamento per il senso di responsabilita’ e la collaborazione che hanno assicurato alla Struttura Regionale”