Turismo slow: 20 località per apprezzare il Molise

Dalla montagna al mare in poco piu’ di un’ora di viaggio. Ad offrire questa possibilita’ e’ il Molise, territorio sconosciuto ai piu’, ma ricco di scenari ambientali unici, siti archeologici, monumenti storici e proposte gastronomiche che riportano il turista indietro nel tempo. La piu’ giovane regione italiana va pero’ vissuta in maniera ‘slow’, senza fretta, per apprezzarne al meglio i contenuti e le bellezze. Una interessante proposta, ‘E-state in Italia’, arriva dall’Unione nazionale sindacale imprenditori e coltivatori (Unsic), che ha individuato 20 localita’ tra le piu’ caratteristiche. Sul portale web (https://unsic.it/news/e-state-in-italia/) e’ stata predisposta una directory con uno o piu’ link di collegamento. “Questa offerta, che privilegia i siti promozionali locali – e’ spiegato in una nota – verra’ diffusa attraverso buona parte dei tremila uffici locali e i relativi social, nonche’ delle strutture partner. Il tutto gratuitamente”. Per quanto riguarda il Molise, oltre a Campobasso e Isernia, la scelta e’ ricaduta su: Agnone con focus sul museo della campana e le chiese, Bagnoli del Trigno, Campomarino, Capracotta, Casacalenda con focus sull’Oasi Lipu, Castel San Vincenzo con la cripta dell’Abate Epifanio, Castelpetroso con il santuario, Civitacampomarano e la sua street art, Fornelli, Frosolone con l’artigianato delle lame e il museo settoriale, Gambatesa con il castello, Guardialfiera con il lago e il ponte sommerso, Pescopennataro con il parco Abete Bianco, Pietrabbondante con il teatro italico, Pizzone con il museo dell’Orso, Santa Maria del Molise con la frazione di Sant’Angelo in Grotte, Scapoli con il museo della zampogna, Sepino con la zona archeologica di Altilia, Termoli e Venafro.