Approvata la legge sui piccoli comuni: misure a sostegno dei residenti e delle attività economiche presenti in queste realtà

 

La Legge 6 ottobre 2017, n. 158 “Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonchè disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni” è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale. La nuova norma  promuove e favorisce il sostenibile sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale dei piccoli comuni, favorendo la residenza in questi centri e tutelando e valorizzando il loro patrimonio naturale, rurale, storico-culturale e architettonico.

Il testo adottato favorisce quindi l’adozione di misure in favore dei residenti nei piccoli comuni e delle attività produttive ivi insediate, con particolare riferimento al sistema dei servizi essenziali, al   fine   di contrastarne lo spopolamento e di incentivare l’afflusso turistico.

L’intervento legislativo nasce dalla consapevolezza che l’insediamento abitativo nei piccoli comuni costituisce una risorsa a presidio del territorio, soprattutto per le attività di contrasto al dissesto idrogeologico e per le attività di piccola e diffusa manutenzione e tutela dei beni comuni.

È stato inoltre istituito, con una dotazione di 10 milioni di euro per l’anno 2017  e di 15 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2018  al  2023,  un Fondo per lo sviluppo strutturale, economico e  sociale  dei  piccoli comuni, destinato  al  finanziamento  di  investimenti  diretti  alla tutela dell’ambiente e  dei  beni  culturali,  alla  mitigazione  del rischio idrogeologico,  alla  salvaguardia  e  alla  riqualificazione urbana  dei  centri  storici,   alla   messa   in   sicurezza   delle infrastrutture stradali e  degli  istituti  scolastici  nonché  alla promozione dello sviluppo economico e sociale e  all’insediamento  di nuove attività produttive.

LINK