Bando del Ministero dell’Interno per cento borse di studio per gli studenti con protezione internazionale

violenza di genere

Cento borse di studio dedicate agli studenti titolari di protezione internazionale (con status di rifugiati o beneficiari di protezione sussidiaria), per accedere a corsi di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico e dottorati di ricerca presso le università italiane per l’anno accademico 2017/18

In attuazione del protocollo siglato il 20 luglio 2016 tra il Ministero dell’Interno e la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), in collaborazione con l’Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (ANDISU), per il secondo anno sono state previste borse di studio per studenti titolari di protezione internazionale (con status di rifugiati o beneficiari di protezione sussidiaria).

L’iniziativa, diretta a promuovere la prosecuzione del percorso di studi avviato nel Paese d’origine, è riservata agli studenti vincitori del bando per l’A. A.  2016/2017, per i quali sussiste lo status di titolari di protezione internazionale, che hanno diritto alla conferma della borsa di studio e gli studenti titolari di protezione internazionale in possesso di un titolo di studio valido per l’iscrizione al corso di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o dottorato di ricerca prescelto, che si iscrivono per la prima volta al sistema universitario italiano.

Le domande possono essere presentate accedendo alla pagina web http://borsespi.laziodisu.it entro le ore 24.00 del 16/07/2017.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi